Identificare in modo più accurato il rischio per un paziente di un futuro evento cardiaco

High Sensitive Troponin-I può aiutare a identificare in modo più accurato un rischio elevato di un evento cardiaco futuro, anche in individui apparentemente sani.

 

 

 

 

 

 

 


Il test ematico High Sensitive Troponin-I (hsTnI) di Abbott può aiutare a identificare i pazienti ad alto rischio o potenzialmente ad alto rischio di attacchi cardiaci, insufficienza cardiaca o malattia cardiovascolare, tra cui morte cardiovascolare, IM, rivascolarizzazione coronarica, insufficienza cardiaca o ictus ischemico. Il risultato, unitamente ai risultati clinici e diagnostici, può quindi essere utilizzato per definire la priorità della cura dei pazienti a rischio e sviluppare un piano di trattamento che riduca il rischio di esiti sfavorevoli.2,3

 

La troponina I è specifica per il cuore e quindi può classificare in modo più accurato il rischio per i pazienti, insieme ad altri esami clinici e diagnostici, prima che manifestino un evento cardiovascolare.1-3


Attualmente sono disponibili diversi modelli di previsione del rischio cardiovascolare, tuttavia nessun esame è specifico per il cuore. Questi altri modelli, che prendono in considerazione la presenza di fattori di rischio CV, sono metodi indiretti che implicano delle sfide a causa dei seguenti fattori:

  • focus su età ed etnia
  • applicabilità solo ad alcune popolazioni di pazienti
  • capacità di misurare un numero limitato di esiti CV.4,5

→ Ascolta le storie dei clienti che utilizzano il test nella pratica quotidiana. 


High Sensitive Troponin-I:
MODELLO DI STRATIFICAZIONE PRECOCE DEL RISCHIO CARDIACO

L'hsTnI di Abbott è in grado di rilevare la troponina, che viene rilasciata quando il muscolo cardiaco subisce una lesione, anche a livelli bassi. L'utilizzo dei risultati del test hsTnI può aiutare a stratificare più accuratamente il rischio di un evento cardiaco futuro in un soggetto asintomatico in una delle  tre categorie seguenti:2,3

  Dial_Flat.png

Oltre ai risultati clinici e diagnostici, consente di dare priorità alle cure appropriate per i pazienti a rischio più elevato, al fine di prevenire esiti avversi ed evitare potenzialmente esami e trattamenti non necessari per i pazienti a rischio più basso.

Grazie a questo modello di identificazione precoce del rischio cardiaco, è possibile raccomandare ai pazienti di apportare modifiche allo stile di vita a lungo termine e trattamenti mirati prima che si verifichi un evento cardiaco.7  Ciò consente ai pazienti di assumere il controllo del loro benessere fisico facendo scelte sane.

  

Cosa indicano
i risultati della hsTnI di Abbott?

I risultati della hsTnI di Abbott devono essere applicati alla
tabella di stratificazione del rischio riportata di seguito:

Identificare

Dial_Icon.png

Identificare il rischio in base all'aggiunta di un test cardiaco specifico che dimostri la presenza di una lesione muscolare cardiaca. Valutare in quale categoria di rischio (bassa/moderata/elevata) appartiene un individuo in base al corrispondente livello di troponina I. Può essere fornita una dichiarazione di accompagnamento per l'interpretazione di questi risultati.

Prevedere

Predict_Icon.png

Valutate clinicamente le informazioni fornite da hsTnI oltre ai classici fattori di rischio e alla gestione del rischio basata su linee guida. Affidatevi al vostro giudizio clinico e attenetevi alle linee guida per la prevenzione cardiovascolare raccomandate per determinare lo standard terapeutico appropriato per il paziente in base al livello di rischio.

Agire

Act_Icon.png

Utilizzate la nuova variabile specifica per il cuore per motivare i vostri pazienti ad agire per compiere scelte di vita più sane al fine di migliorare la loro salute cardiaca.

I seguenti punti di cut-off possono essere utilizzati come ausilio nella stratificazione del rischio di malattia cardiovascolare in soggetti asintomatici:2,3,6


Asymptomatic_Table-Rev1.jpg

Valutazione del rischio specifico per il cuore che prevede in modo più accurato gli eventi CV futuri

Il potere della sensibilità

Scopri, grazie a medici esperti, il ruolo della troponina nell'identificazione precisa del rischio cardiaco dei pazienti.

 

 
 
                     

   



RUOLO DELLA TROPONINA-I NELL'IDENTIFICAZIONE DEL RISCHIO DI UN EVENTO CARDIACO FUTURO

Guarda in che modo la valutazione dei livelli di troponina I nella popolazione apparentemente sana può aiutare a identificare con maggiore precisione un paziente a rischio elevato di eventi cardiaci futuri.

 

 
 
                  

   



TROPONINA, IL SEGNALE DIRETTO PROVENIENTE DAL CUORE

Scopri le differenze tra i fattori di rischio cardiaci tradizionali e la troponina.

 

 
 
                 

 


Stratificazione del rischio cardiaco con il test hsTnI di Abbott rispetto ad altri strumenti attuali


Gli attuali strumenti di stratificazione del rischio come Framingham, SCORE e profilo lipidico non sono specifici per le patologie cardiache e possono essere eccessivamente influenzati dall'età. Il test per la stratificazione del rischio hsTnI di Abbott contiene la proteina troponina-I, specifica per il cuore. Ciò significa che il test offre una classificazione più accurata dei pazienti a rischio se utilizzato unitamente ai risultati clinici e diagnostici.6,8–11

Early_Detection_Icon.png


Rilevamento precoce per una valutazione più accurata del rischio di eventi cardiaci futuri, in combinazione con altri risultati clinici e diagnostici.6

Greater_Accuracy_Icon.png


Maggiore precisione nell'identificazione di pazienti a basso rischio, con conseguente riduzione di esami e trattamenti non necessari e di potenziali effetti collaterali.6

Potential_Icon.png


Possibilità di ridurre i crescenti costi del sistema sanitario ricategorizzando i pazienti a rischio.6

Interference_icon.png


La soluzione hsTnI di Abbott è resistente alle interferenze da biotina.12 

Scoprite di più su come hsTnI è in grado di prevedere con maggiore precisione il rischio di un evento
cardiaco futuro, anche in una popolazione apparentemente sana.

SCARICA LA RISORSA PER I MEDICI

 

Esperienza del cliente con la troponina

 

TROPONINA:
UNO SPECCHIO DELLA SALUTE DEL CUORE?

Il professor Christoph Liebetrau e il professore associato Till Keller del Centro cardiologico di Bad Nauheim, in Germania, discutono dell'importanza della stratificazione del rischio cardiaco con troponina-I e delle possibili aree di applicazione.

 

Maggiori informazioni 

  
Christoph_Image_295x300.jpg
 
 
 
 
 
Lets-Talk-Banner_1457x448.jpg
 
 

Identificare, prevedere, agire.

Aggiungete il test specifico per il cuore High Sensitive Troponin-I di Abbott al controllo dello stato di salute dei vostri pazienti. E contribuite a salvare vite umane.

Esplora 


Troponini_300x200.png

Comprendere il valore della troponina

Scopri in che modo la troponina ad alta sensibilità può semplificare la gestione dei pazienti con sospetto infarto miocardico acuto. 

Scopri di più sulla troponina

troponini_300x200.jpg

Dosaggi per patologie cardiache

La nostra gamma completa di dosaggi per patologie cardiache offre la sicurezza necessaria per prendere decisioni in ambito cardiologico.

Visualizza le soluzioni cardiache

knowledge-center-crosslink_300x200.jpg

Visita il Knowledge Center

Scopri le ultime novità in materia di scienza di laboratorio, aree terapeutiche e innovazioni di Abbott.

Visita il Knowledge Center

Bibliografia
  1. Thygesen K, Alpert JS, Jaffe AS, et al. Third universal definition of myocardial infarction. Circulation. 2012;126(16):2020–35. doi.org/10.1161/CIR.0b013e31826e1058.
  2. ARCHITECT i-STAT High Sensitive Troponin-I [foglietto illustrativo]. Lake Bluff, IL: Abbott Laboratories; 2018. G97079R01.    
  3. Alinity i-STAT Troponin-I [foglietto illustrativo]. Lake Bluff, IL: Abbott Laboratories; 2019. H05938R01.
  4. DeFilippis AP, Young R, Carrubba CJ et al. Ann Intern Med. 2015 Feb 17;162(4):266–75.
  5. Garg N, Muduli SK, Kapoor A, et al. Comparison of different cardiovascular risk score calculators for cardiovascular risk prediction and guideline recommended statin uses. Indian Heart J. 2017;69(4):458–63. doi:10.1016/j.ihj.2017.01.015.
  6. Sigurdardottir FD, Lyngbakken MN, Holmen OL, et al. Relative prognostic value of cardiac troponin I and C-reactive protein in the general population (from the Nord-Trøndelag Health [HUNT] Study). Am J Cardiol. 2018;121(8):949–55. doi.org/10.1016/j.amjcard.2018.01.004. 
  7. Piepoli MF, Hoes AW, Agewall S, et al. 2016 European Guidelines on cardiovascular disease prevention in clinical practice: The Sixth Joint Task Force of the European Society of Cardiology and Other Societies on Cardiovascular Disease Prevention in Clinical Practice (constituted by representatives of 10 societies and by invited experts) Developed with the special contribution of the European Association for Cardiovascular Prevention & Rehabilitation (EACPR). Eur Heart J. 2016;37(29):2315–81.

  1. Ford I, Shah ASV, Zhang R, et al. High-sensitivity cardiac troponin, statin therapy, and risk of coronary heart disease. J Am Coll Cardiol. 2016;68(25):2719–28. doi:10.1016/j.jacc.2016.10.020.
  2. Blankenberg S, Salomaa V, Makarova N, et al. Troponin I and cardiovascular risk prediction in the general population: the BiomarCaRE consortium. Eur Heart J. 2016;37(30):24–37. doi:10.1093/eurheartj/ehw172.
  3. Everett BM, Zeller T, Glynn RJ, Ridker PM, Blankenberg S. High-sensitivity cardiac troponin I and B-type natriuretic peptide as predictors of vascular events in primary prevention: impact of statin therapy. Circulation. 2015;131(21):18–60. doi:10.1161/CIRCULATIONAHA.114.014522.
  4. Omland T, de Lemos JA, Holmen OL et al. Impact of Sex on the Prognostic Value of High-Sensitivity Cardiac Troponin I in the General Population: The HUNT Study, Clin Chem. 2015 Apr;61(4):646–56.
  5. Trambas C, Lu Z, Yen T et al. Depletion of biotin using streptavidin-coated microparticles: a validated solution to the problem of biotin interference in streptavidin–biotin immunoassays. Ann Clin Biochem. 2017;55(2):216–26.

State per uscire dai siti Web Abbott per accedere a un sito Web di terze parti.

I link che rimandano a pagine esterne ai siti Web internazionali di Abbott non sono sotto il controllo di Abbott che pertanto non è responsabile del relativo contenuto o di eventuali altri link in essi contenuti. Abbott fornisce questi link solo per motivi di praticità e l'inserimento dei suddetti link non implica l'approvazione dei siti corrispondenti da parte di Abbott. È possibile inoltre che il sito Web a cui si intende accedere non sia ottimizzato per il vostro schermo.

Volete continuare e uscire da questo sito Web?

No

State per entrare in un sito Web Abbott di un particolare Paese o regione.

Il sito Web richiesto è rivolto ai residenti di un particolare Paese o di particolari Paesi, come indicato su tale sito. Di conseguenza, il sito potrebbe contenere informazioni su farmaci, dispositivi medicali e altri prodotti o usi di prodotti che non sono approvati in altri Paesi o in altre aree geografiche.

Volete continuare e accedere a questo sito Web?

No

State per entrare in un sito Web Abbott di un particolare Paese o regione.

Il sito Web richiesto è rivolto ai residenti di un particolare Paese o di particolari Paesi, come indicato su tale sito. Di conseguenza, il sito potrebbe contenere informazioni su farmaci, dispositivi medicali e altri prodotti o usi di prodotti che non sono approvati in altri Paesi o in altre aree geografiche.

Volete continuare e accedere a questo sito Web?

No

DESIDERA CONTINUARE E ABBANDONARE IL SITO WEB CORE LABORATORY?

Il contenuto non è controllato da parte di Corelaboratory.abbott.

No